Il POLO BIANCIARDI al fianco delle popolazioni di Albinia

Postato in Articoli in evidenza 2012/2013

Untitled document

050

Nonostante tutto ecco la vera scuola:
insegna la solidarietà, la condivisione, il confronto
Nonostante i tagli ai finanziamenti della scuola, nonostante la costante depauperazione dei fondi per qualsiasi attività, nonostante tutto, la scuola riesce sempre a sollecitare e sostenere la sensibilità dei suoi giovani, a insegnare il rispetto, l’attenzione, la disponibilità  per gli individui, a discernere le azioni, a orientarsi verso le scelte della vita. E’ quanto succede al POLO Bianciardi che, seppure in agitazione da circa un mese, non si è negato nel dare aiuti e un grande contributo sociale alle popolazione alluvionate di Albinia. Nelle scorse settimane studenti e docenti hanno generosamente e gratuitamente messo a disposizione il loro tempo, le loro forze e le loro competenze per aiutare le popolazioni di Albinia,  Nel giorno della sciopero del 24 novembre, ad esempio, gli studenti e i docenti dell’indirizzo Grafico Pubblicitario hanno approfittato della giornata di sospensione delle lezioni non per fare le loro cose private, ma per munirsi di pale, spingi acqua, calosce e andare a spalare fango per l’intera giornata dello sciopero. Donando le loro ore alla solidarietà, a chi aveva davvero bisogno, senza chiedere nulla in cambio, ma con la leggerezza di aver potuto in qualche modo contribuire a far stare meglio chi, oggi, è sconfortato da una catastrofe che gli ha fatto perdere tutto. Allo stesso modo gli studenti del Liceo Artistico hanno dedicato tutti i pomeriggi della settimana dal 3 al 7 dicembre a preparare addobbi e decorazioni natalizie per decorare il grande albero di Natale che la Forestale ha donato agli abitanti di Albinia. La Pro Loco della cittadina maremmana ha chiesto ai docenti del Liceo Artistico di far preparare decori rigorosamente bianchi e argentati, con l’esplicito intento di dare un segnale di purezza, chiarore, pulizia alle popolazioni alluvionate.

Né gli studenti né gli insegnanti hanno pensato nemmeno un momento che sarebbero state ore di lavoro non retribuite, che ci sarebbe stata un’autotassazione, che ci sarebbero voluti pieni di benzina per andare e venire da Albinia, perché questa è la vera scuola, quella che insegna la solidarietà, la condivisione, il confronto.  Sotto la supervisione dei docenti dell’artistico, Corti, Govi, Palladino, Frate e De Felice, i ragazzi hanno realizzato ornamenti natalizi originali, lavorando con polistirolo, spago, legno, cartone, colle viniliche, una scelta di materiali rigorosamente poveri. Sono stati momenti entusiasmanti per tutto il POLO BIANCIARDI, ognuno per la propria specificità, che si sono conclusi domenica 9 dicembre con l’allestimento in piazza del grande albero, al cui addobbo hanno lavorato studenti e abitanti di Albinia, in un pomeriggio di vera solidarietà, in una condivisione  serena e positiva con le popolazioni alluvionate.