Liceo Artistico
 
 Liceo Artistico
Liceo Musicale

  Liceo Musicale

coreutico

Liceo Coreutico

Tecnico Grafica e Comunicazione
 
Tecnico
"Grafica e Comunicazione"

SC WEB COMMUNITY

Professionale
Servizi Commerciali
Web Community
(Cl@ssi 2.0)
AREA STUDENTI AREA GENITORI AREA DOCENTI

Il muro di Berlino lontano da Berlino!

La metafora della frontiera esplorata con il medium dell'arte Arte e storia insieme per ricordare

  • PHOTO-2021-11-26-09-20-03
  • PHOTO-2021-11-26-09-20-04
  • PHOTO-2021-11-26-09-20-04_1
  • PHOTO-2021-11-26-09-20-05
  • PHOTO-2021-11-26-09-20-05_1
  • PHOTO-2021-11-26-09-20-06
  • PHOTO-2021-11-26-09-20-06_1
  • PHOTO-2021-11-26-09-20-07
  • PHOTO-2021-11-26-09-34-13
  • PHOTO-2021-11-26-09-34-14
  • PHOTO-2021-11-26-09-34-14_1
  • PHOTO-2021-11-26-09-34-14_2
  • PHOTO-2021-11-26-09-34-14_3
  • PHOTO-2021-11-26-09-34-14_4
  • PHOTO-2021-11-26-09-34-15
  • PHOTO-2021-11-26-09-34-15_1
  • PHOTO-2021-11-26-09-34-16
  • PHOTO-2021-11-26-09-34-16_1
  • PHOTO-2021-11-26-09-34-17
  • PHOTO-2021-11-26-09-34-17_1
  • e71b196b-c579-49a5-b782-f12c1f08243f

Nei giorni 28 ottobre e 2, 3 e 9 novembre, quest’ultima la Giornata della Libertà che rievoca la caduta del muro di Berlino, gli studenti della 5 A Architettura e Ambiente del Polo L. Bianciardi hanno partecipato ad un progetto che li ha profondamente coinvolti e impegnati per ricordare e riflettere, attraverso l’arte, su quell’evento cruciale della storia mondiale che avvenne la sera del 9 novembre del 1989: la caduta del muro di Berlino. Affiancati e coordinati dall'artista tedesco Roman Kroke, hanno dato vita a ciò che il progetto, promosso dall'ISGREC di Grosseto e sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, si era prefissato come obiettivo: la realizzazione di opere artistiche da presentare in occasione della Giornata della Libertà, il 9 novembre, anniversario della caduta del muro, durante una diretta Facebook che ha coinvolto numerose scuole cittadine. Sono stati quattro giorni intensi e significativi, in cui i ragazzi, dopo una lezione sulla storia del muro tenuta dal professore Andrea Borelli dell’Università di Pisa, esperto di guerra fredda, hanno partecipato all’atelier artistico di Roman Kroke che ha intensamente coinvolto i ragazzi. Kroke è un artista di Berlino – racconta Chiara Cenerini studentessa della classe 5 A che ha partecipato alle attività - che prima di fare l'artista era avvocato. Oggi il suo genere artistico è la process art e fa mostre, conferenze, workshop e progetti con scuole, università, musei, carceri ecc... i suoi progetti hanno lo scopo di creare un dialogo unico tra arti, scienza, filosofia, storia, letteratura e pedagogia”. “L’arte processuale - aggiunge Edoardo Testi- è un’arte libera, dove il processo è più importante del risultato finale, più importante dell’opera stessa, un processo che sta alla base della concezione dell’artista tedesco che ha lavorato con noi e ci ha seguito in questa esperienza. Rimandato a causa della pandemia da COVID-19, il progetto è nato in occasione del trentesimo anniversario della caduta del muro di Berlino e, attraverso l’arte, ha studiato la storia in un modo alternativo, per creare un collegamento tra il passato ed il presente”. L’atelier, che si è svolto nei locali del Liceo Artistico, prevedeva la creazione di opere nate da materiali di scarto, oggetti da gettare ma particolarmente cari agli studenti o evocativi di qualche suggestione per ricostruire le personali visioni di muro. Eda Hoxha ci dice che: “Il primo giorno di laboratorio l’artista ci ha raccontato un po’ della sua infanzia prima e dopo la caduta del muro di Berlino, dopodiché ci ha spiegato che dovevamo creare qualcosa che avrebbe dovuto evocare il muro che divideva Berlino Est da Berlino Ovest. Per aiutarci ci ha posto una domanda: “Dove vedete un muro in me?” E ognuno ha visto un diverso muro, chi nei vestiti, chi negli occhiali, chi nella pelle, chi nella lingua”.

CONCERTO AL FEMMINILE

Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne

IMG 20211110 WA0005

Centro giovani di Piombino (LI) - Giovedì 25 novembre 2021, ore 17.00

Con la risoluzione 54/134 del dicembre 1999, l'Assemblea generale delle Nazioni Unite istituì la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne. In tale documento viene precisato che, per violenza contro le donne, si intende "qualsiasi atto di violenza di genere che si traduca o possa provocare danni o sofferenze fisiche, sessuali o psicologiche alle donne, comprese le minacce di tali atti, la coercizione o privazione arbitraria della libertà, sia che avvengano nella vita pubblica che in quella privata" Per la Giornata internazionale 2021, il Comune di Piombino, in collaborazione con Soroptimist International, Scuola Media “Guardi” di Piombino, Liceo Musicale Polo Bianciardi e associazione A.Gi.Mus. di Grosseto, organizza un evento musicale tutto al femminile: un concerto dal titolo “NIENTE PAURA”, realizzato da studentesse e professoresse che eseguiranno brani che richiamano la tematica e brani di compositrici che, pur essendo di assoluto valore, restano ancora oggi in secondo piano.

Sole Casertano

diplomata lo scorso anno al Liceo Artistico Bianciardi, è una delle 5 vincitrici del Concorso di merito per l’Accademia del Restauro del Libro di Roma.

Sole Casertano

 

Il Liceo Artistico Luciano Bianciardi di Grosseto offre la preparazione adeguata per accedere agli istituti superiori di alta formazione in ambito artistico e culturale. Non è solo uno slogan, è una dato di fatto, ed un esempio concreto e recentissimo è l'importante traguardo raggiunto da Sole Casertano, studentessa - residente a Murci, Scansano - diplomata lo scorso luglio al Liceo Artistico con ottimi voti. Sole ha superato brillantemente il concorso pubblico, per esami, per l’ammissione di soli cinque allievi al dodicesimo ciclo del corso quinquennale della Scuola di Alta Formazione e Studio dell’Istituto Centrale per la Patologia degli Archivi e del libro di Roma. "Ciò che mi ha spinta a scegliere il percorso dell’accademia di restauro ICPAL di Roma - racconta la studentessa - è stata la mia grande passione per i reperti librari e cartacei in generale che mi accompagna sin dall’infanzia, con la mia passione per la lettura e il fascino delle biblioteche.

OPEN DAYS AL LICEO MUSICALE

Ogni sabato, porte aperte agli studenti di seconda e terza media di tutta la provincia di Grosseto

locandina OD LM

A partire da Sabato 20 Novembre, dalle 15:30 alle 18:00 e per tutti i sabati fino al 22 Gennaio 2022, i docenti e un’ampia rappresentanza di studentesse e studenti del Liceo Musicale Polo Bianciardi di Grosseto accoglieranno presso la sede di Piazza De Maria 31 tutti gli studenti che attualmente frequentano la seconda o terza media nelle scuole della Provincia e le rispettive famiglie, con gli OPEN DAYS intitolati “IN CONTATTO CON LA MUSICA”. Incontri in presenza, visita e presentazione delle ampie aule - insonorizzate e attrezzate con pianoforti a coda, lavagne multimediali, proiettori, computer, impianti di registrazione - e dei laboratori, conoscenza degli strumenti musicali che si possono studiare e delle materie del curricolo, incontri con i docenti che risponderanno alle domande e daranno tutte le informazioni necessarie, ma anche concerti, esibizioni di studenti e professori, nell’atmosfera di condivisione, amicizia e passione che da 10 anni anima il liceo musicale, punto di riferimento della provincia  di Grosseto per tutti coloro che desiderino “crescere con la musica”, realizzare la propria formazione liceale – ricordiamo che si tratta di un Liceo, che consente quindi l’accesso a qualsiasi facoltà universitaria, oltre che agli studi musicali superiori – e allo stesso tempo studiare due strumenti musicali, svolgere attività corale e di musica d’insieme, realizzare concerti, registrazioni e spettacoli. Al Liceo Musicale del Polo Bianciardi viene inoltre riservata grande attenzione alle procedure di sicurezza anti- covid 19: schermi in plexiglass per strumenti a fiato, cantanti, aule laboratorio e aula di tecnologie musicali; banchi ben distanziati, disinfezione accurata di tutti i locali e le strumentazioni, ampia dotazione di mascherine, detergenti e disinfettanti. L’offerta didattica per il 2022/2023 è visionabile a questo link Per visitare il Liceo Musicale è obbligatoria la prenotazione tramite telefono al numero 3287018626 o tramite mail alla referente dell’orientamento: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Calendario, ogni sabato dalle 15.30 alle 18.00 : 20 e 27 Novembre, 4, 11 e 18 Dicembre, 15 e 22 Gennaio ed altri pomeriggi su appuntamento.

 

OMAGGIO AL MAESTRO MARIO SOLDATESCHI

Ci ha lasciato uno dei personaggi più noti di Grosseto.
Il Liceo Artistico ricorda il noto ceramista maremmano, conosciuto e stimato dalla Grosseto artistica e dalla cittadinanza civile
Soldateschi 2
 
Ci hai lasciati attoniti, affranti, più soli…..
Siamo qui a ricordarti e abbiamo pensato di salutarti con alcune parole. Immaginare di non incontrarti più per strada con la tua bicicletta e dover prendere atto che non potremo più fermarci a chiacchierare, che non potremo più vederti arrivare anche solo per un saluto nella nostra bella scuola, il Liceo Artistico, ci mette tanta tristezza… Tu, maestro Mario Soldateschi ci hai conosciuti giovani insegnanti, all’inizio della nostra carriera di docenti di Scultura, felici di essere lì, a trasmettere ai nostri ragazzi il valore di questa materia così affascinante e complessa allo stesso tempo…
Eravamo molto giovani, con tanto entusiasmo ed energie, ma allo stesso tempo insicuri, avevamo timore di sbagliare, di non essere abbastanza bravi. D’altronde il Liceo Artistico era diventato da poco un Istituto Statale a Grosseto, era l’anno 1984, un Liceo con un indirizzo così particolare non esisteva su tutto il territorio provinciale, ma tanti giovani erano attirati da questa nuova opportunità che si era aperta loro, così negli anni esso cresceva sempre di più. Tu Maestro, ci raccontavi delle tue esperienze professionali nei tanti corsi di formazione in cui avevi svolto docenza, orgoglioso dei tuoi allievi che successivamente erano diventati ceramisti, ci trasmettevi entusiasmo e allo stesso tempo arricchivi il nostro sapere. Quando ti raccontavamo, con un po' di amarezza, che il territorio non aveva compreso del tutto il valore formativo ed educativo del Liceo Artistico, tu non mancavi mai di incoraggiarci ad andare avanti, di continuare le nostre sperimentazioni, di arricchire i nostri laboratori di nuove attrezzature per aumentare le esperienze dei nostri studenti. “Prima o poi - ci dicevi - vedrete che ci sarà più apprezzamento”. Così negli anni tutti noi ci siamo impegnati ad organizzare i nostri laboratori, la nostra scuola, arricchendola di attrezzature molto professionali, anche in questo ci hai sempre sostenuto.  Infatti silenziosamente, quando hai dovuto dismettere il tuo laboratorio, ci hai chiesto se eravamo interessati ad alcuni dei tuoi strumenti di lavoro, ci dicevi che non avevi spazio per tenerli, ma capivamo invece dal tuo sorriso che ti faceva piacere donarli al Liceo Artistico di Grosseto: stampi in gesso per creare forme in serie, molti modellati da Te, alcuni forni per le prove degli smalti ceramici, la trafilatrice, il tuo meraviglioso tornio in legno sul quale hai tornito a mano tutti i tuoi “COCCI”. SoldateschiNoi ne siamo stati orgogliosi e lieti, ti abbiamo sempre ringraziato per questo e continueremo a farlo. Il valore di questi oggetti per noi è inestimabile e ti promettiamo che ne terremo cura, esso è legato all’immenso valore del lavoro di ceramista – artigiano (perché ci dicevi non sono un artista) che hai svolto durante tutta la tua vita. Ci hai accompagnati anche quando abbiamo partecipato con i lavori degli studenti ad iniziative di beneficenza, quando abbiamo realizzato i cancelli e la scultura fontana presso la Fondazione Il Sole, eri contento di noi, ci seguivi nel nostro percorso professionale. Spesso venivi a trovarci a scuola, entravi nei laboratori, e noi coglievamo l’occasione per farci raccontare da Te la tua esperienza di ceramista durante la costruzione del Giardino dei Tarocchi a Capalbio, gli studenti ti intervistavano e prendevano appunti. Eri orgoglioso di trasmettere a noi e ai giovani allievi parte della tua vita professionale, così ci parlavi di Niki de Saint Phalle, dei rapporti con gli artisti durante i lavori, sei venuto anche con noi in gita, e lì ci hai raccontato davvero ogni aneddoto, ogni forma creata, per noi un sogno che si avverava e Tu felice di farlo insieme a noi. Agli studenti raccontavi del rispetto che bisogna avere per “LA TERRA” - è così che chiamavi l’argilla. Venivi a trovarci a scuola ogni tanto. senza preavviso, con il tuo grembio bianco per chiederci se avevamo un po' di terra perché avevi da fare dei lavori… avevi costruito un piccolo tornio per la tua splendida nipotina, e volevi insegnarle un po' il tuo mestiere. Avevi una luce particolare negli occhi, eri felice di come la tua piccolina imparava così rapidamente e le piaceva, eri orgoglioso di lei. Poi passavi tra i banchi dei nostri studenti e chiedevi loro cosa stessero creando, e se notavi qualcosa che non andava li redarguivi subito “La terra, ragazzi è una cosa seria” – dicevi -. Quando arrivavi a scuola tutti i colleghi ti fermavano per un saluto, perché tanti di loro li conoscevi bene, ed erano sempre felici di vederti; sei venuto anche in questo periodo di pandemia, e quando ti hanno detto che non potevi entrare ti è sembrato strano, così ci siamo incontrati fuori al cancello per un affettuoso saluto. Questa lettera è nata spontanea, un semplice gesto da parte nostra per ringraziarti profondamente per tutto l’affetto che ci hai sempre donato, per i tuoi consigli sempre utili e per aver creduto in noi e nel nostro bel Liceo Artistico
Grazie Maestro, ci mancherai tanto!
                                                                                    Con infinito affetto e gratitudine       I docenti di Scultura ed i docenti tutti del Liceo Artistico

In evidenza:

 

07.12.2021: pubblicata comunicazione interna n.  125: Comunicazioni relative all’entrata in vigore del D.L.1 72/2021 – Obbligo Vaccinale e Super Green Pass

 

 

 

07.12.2021: pubblicata comunicazione interna n. 124: UIL SCUOLA RUA - Assemblea Sindacale Regionale Personale A.T.A. Martedì 14 Dicembre 2021 - 08.00-10.30.

 

07.12.2021: pubblicata comunicazione interna n. 123: : Comparto Istruzione e Ricerca – Sezione Scuola. Sciopero generale nazionale tutti i settori pubblici. Personale Docente, Educativo e ATA delle scuole di ogni ordine e grado. Integrazione a com. int. n. 120 del 06.12.2021.

 
07.12.2021: pubblicata comunicazione interna n. 122: ricevimenti generali 13.12.2021 – Modalità operative – Genitori/Tutori
 

07.12.2021: pubblicata comunicazione interna n. 122: ricevimenti generali 13.12.2021 – Modalità operative – Genitori/Tutori

 

07.12.2021: pubblicata comunicazione interna n. 121: ricevimenti generali 13.12.2021 – Modalità operative - DOCENTI

 

06.12.2021: pubblicata comunicazione interna n. 120: Comparto Istruzione e Ricerca – Sezione Scuola. Sciopero. Azioni di sciopero previste per il giorno 10 dicembre 2021 per tutto il personale Docente e ATA.

Registro elettronico: GENITORI

registro elettronico2

Registro elettronico: DOCENTI

registro elettronico2

Registro elettronico: STUDENTI

registro elettronico2