Gli studenti del Liceo Artistico del Polo ”L. Bianciardi” per un progetto di futuro prossimo a Grosseto

MANIFESTO

Si terrà a Grosseto il 10 maggio 2024, presso il Polo Culturale Le Clarisse e il MAAM (Museo Archeologico e d’Arte della Maremma ), L.A. FIERA, la giornata organizzata dal Liceo Artistico dell’Istituto d’Istruzione Superiore Polo “L. Bianciardi”, dedicata al Progetto nazionale Abitare il paese. La cultura della domanda. Attivare comunità educanti: nuove generazioni, partecipazione, città. Dalle ore 10.00, presso la Sala Conferenze del Polo Culturale Le Clarisse, avrà luogo la conferenza-dibattito sul tema della rigenerazione urbana. Introdurrà la giornata l’architetto Stefano Giommoni, Presidente dell’Ordine degli Architetti-Pianificatori-Paesaggisti di Grosseto, cui seguiranno gli interventi dell’assessore ai Lavori pubblici architetto Riccardo Ginanneschi, che parlerà de La rigenerazione urbana a Grosseto, dell’architetta Barbara Catalani, che illustrerà Next Ilva – cultura comunità lavoro. Un nuovo distretto per una nuova città e della classe VA, indirizzo Architettura e ambiente del Liceo Artistico, che presenterà le proprie progettazioni di rigenerazione urbana a Grosseto. Dalle 12.30 l’iniziativa si sposterà al Museo Archeologico e d’Arte della Maremma, dove saranno esposti gli elaborati degli studenti del Liceo Artistico, indirizzo Architettura e ambiente del Polo Bianciardi, insieme ai lavori di oreficeria e ceramica raku delle classi IV B, IV C, VB e VC dell’indirizzo Arti figurative. Sarà possibile visitare l’esposizione fino a domenica 12 maggio. L’evento restituisce alla Città di Grosseto il lavoro, le elaborazioni e le riflessioni che gli studenti hanno portato avanti durante l’a.s. 2023/24 in merito agli ampi temi della progettazione architettonica sostenibile, della rigenerazione urbana, della creazione di comunità educanti. Il Progetto, presentato dal C.N.A.P.P.C-Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori e Fondazione Reggio Children, mette al centro i partecipanti a partire dall’individuazione del “senso della città” fino alla elaborazione della “città del futuro”. A questa sfida hanno risposto gli studenti della 5 A del Liceo Artistico, progettando un nuovo percorso di rigenerazione urbana per la Città di Grosseto nell’ambito del PCTO-Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento, guidati dai docenti e in collaborazione con l’Ordine degli Architetti Provinciale di Grosseto. Questa esperienza ha riunito molteplici competenze interdisciplinari, professionali e educanti, una rete sinergica di realtà operanti sia a livello nazionale, sia territoriale che si è estesa, per preparazione e organizzazione dell’evento, alla Società Cooperativa PromoCultura, al MAAM – Museo Archeologico e d’Arte della Maremma e al Polo Culturale Le Clarisse. L’evento sarà anche l’occasione per presentare il nuovo progetto di rigenerazione urbana attraverso la cultura intitolato “Mano Mano Piazza”, in programma per il prossimo anno scolastico e finanziato nell’ambito del bando Partecipazione Culturale dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, che vede come partner la Fondazione Grosseto Cultura e il Museo Archeologico e d’Arte della Maremma, oltre a numerosi enti del territorio. Il progetto avrà fra i suoi obiettivi la valorizzazione di alcune aree periferiche, attraverso iniziative culturali elaborate con il coinvolgimento delle scuole tramite PCTO e percorsi educativi differenziati per la scuola primaria a secondaria di primo grado.

...un laboratorio per gli studenti del Tecnico per la grafica e la comunicazione del Polo “L. Bianciardi” di Grosseto.
 
L’autrice grossetana Sabrina Cionini ha raccontato ai ragazzi la sua esperienza attraverso le pagine del libro autobiografico “Una mattina come tante”.
 
Educazione allaffettività

Una mattinata dedicata all’educazione all’affettività e alle problematiche della violenza di genere per gli studenti del Tecnico per la grafica e comunicazione del Polo Bianciardi di Grosseto. A guidare i ragazzi in questo percorso fatto di riflessioni, testimonianze e dibattiti, la presidente della Commissione per la Parità e le Pari Opportunità del Comune di Grosseto Carla Minacci, la presidente del centro antiviolenza di Grosseto “Tutto è vita Elisabetta Fiorilli” Giusy Esposito e Sabrina Cionini autrice del libro “Una mattina come tante”, che sono andate nelle classi per parlare ai ragazzi di una problematica che spesso li vede coinvolti in prima persona. Il progetto, promosso dalle professoresse Irene Nappi e Simonetta Baccetti, rientra nel laboratorio di educazione all’affettività, inserito nel progetto sperimentale PATHS dell’INDIRE, che propone l’insegnamento della filosofia nelle scuole tecniche e professionali. Il percorso era incentrato sui concetti di violenza, anima, corpo e libertà, per far riflettere i ragazzi e portarli ad una maggiore consapevolezza su queste tematiche. Il laboratorio ha preso il via nel mese di gennaio ed ha coinvolto i ragazzi delle classi 4A, 4B, 3A e 3B dell’indirizzo Tecnico per la grafica e la comunicazione, con un ciclo di incontri nelle classi, durante le quali si è affrontato il problema della violenza di genere e della violenza sulle donne, anche attraverso la lettura di alcuni passi del libro autobiografico di Sabrina Cionini “Una mattina come tante”, che racconta la sua storia di violenze e di rinascita. L’autrice ha voluto raccontare la sua esperienza agli studenti, spiegando anche come si riconoscono i primi segnali di una relazione tossica e come si può uscirne. L’autrice e le altre relatrici hanno messo in guardia le ragazze da quelle che possono sembrare attenzioni e manifestazioni d’amore da parte del partner e che, invece, si possono rivelare atteggiamenti sbagliati di una relazione basata sulla volontà di possesso. Inoltre, le relatrici hanno risposto alle numerose domande e curiosità da parte delle studentesse e degli studenti fornendo loro indicazioni e informazioni utili sulle persone a cui rivolgersi anche solo per un consiglio. 

I ragazzi del Polo Bianciardi di Grosseto, indirizzo Tecnico della Grafica e Comunicazione e Liceo Artistico, hanno realizzato dei murales per il comune di Gavorrano, guidati dall'artista Maupal. Il progetto, che ha visto impegnati gli studenti nelle scorse settimane, sarà presentato a tv9 giovedì 28 marzo alle 16.30. Saranno presenti, insieme al sindaco di Gavorrano, alcuni docenti e studenti che hanno realizzato i lavori.

murales

LEGGI L'ARTICOLO PUBBLICATO SUL GIUNCO.NET

gli studenti del Polo Bianciardi al servizio della Croce Rossa

CROCE ROSSA

Un gruppo di studenti della classe 3ASC dell'indirizzo Professionale Servizi Commerciali Web Community Manager del Polo Bianciardi di Grosseto ha vissuto un'esperienza straordinaria, sia dal punto di vista professionale che umano. Grazie al percorso PCTO, gli studenti hanno avuto l'opportunità di immergersi nell'attività quotidiana della Croce Rossa Italiana, abbracciando il suo spirito di solidarietà e assistenza. Il PCTO, ex alternanza scuola-lavoro, è un tassello fondamentale nel percorso educativo degli studenti, permettendo loro di mettere in pratica le conoscenze acquisite a scuola in contesti reali e di sviluppare competenze essenziali per il loro futuro professionale. Ma ciò che rende davvero straordinaria questa esperienza è il modo in cui si è intrecciata con il servizio alla comunità e con la crescita personale degli studenti. Durante il loro stage presso la Croce Rossa, i ragazzi hanno preso parte a una vasta gamma di attività, fino a partecipare a lezioni tenute direttamente dal personale esperto dell'organizzazione. Partecipare ad attività come l'ippoterapia, ad esempio, ha offerto loro un'esperienza unica di interazione con gli animali, scoprendo il potere terapeutico dei cavalli nel migliorare la qualità della vita di persone con disabilità fisiche e cognitive. È stata un'opportunità straordinaria per i ragazzi di sperimentare il valore dell'empatia e della comunicazione non verbale. Le lezioni tenute dal personale della Croce Rossa hanno arricchito ulteriormente l'esperienza degli studenti, offrendo loro una panoramica completa sulle attività dell'organizzazione e sulle competenze richieste per lavorare nel campo dell'assistenza e del soccorso. Ma l'importanza di questa esperienza va oltre il mero apprendimento professionale. Gli studenti hanno avuto l'opportunità di crescere anche a livello personale, sviluppando la propria autostima, la capacità di lavorare in team e la resilienza di fronte alle sfide. Hanno imparato a gestire situazioni complesse e a prendere decisioni rapide e responsabili, acquisendo quelle competenze trasversali che sono fondamentali per affrontare con successo il mondo del lavoro e della vita adulta. Inoltre, hanno avuto modo di conoscere persone straordinarie all'interno della Croce Rossa, persone che dedicano la propria vita ad aiutare gli altri con generosità e spirito di sacrificio. Questi incontri hanno lasciato un'impronta profonda nei cuori degli studenti, ispirandoli a fare del bene nella propria comunità e a coltivare valori di solidarietà e altruismo. L'esperienza presso la Croce Rossa Italiana è stata un viaggio emozionante e formativo per gli studenti del Polo Bianciardi. Ha arricchito le loro vite non solo dal punto di vista professionale, ma anche umano, insegnando loro l'importanza di mettere le proprie competenze al servizio degli altri e di lavorare con passione e dedizione per un mondo migliore. Siamo certi che queste esperienze resteranno con loro per sempre, guidandoli lungo il cammino della vita con compassione e generosità.

In evidenza:

23.06.2024: pubblicata comunicazione interna n. 285: bonus per la valorizzazione del merito a.s. 2023/2024
15.07.2024: pubblicata comunicazione interna n. 284: ComUnica – Nuovo servizio digitale per lo scambio documentale tra scuole e famiglie per l’integrazione dei dati per le iscrizioni accettate all’a.s. 2024/2025 disciplinato dal Decreto Ministeriale 18 giugno 2024, n. 124
Torna su