...AL MURALES DI MAUPAL DI GAVORRANO

Un’esperienza formativa e un’occasione per ricordare la compagna scomparsa prematuramente

 
  • 128ee12c-9154-41c1-9b9c-71ea523addd3
  • 246d1de4-bc17-43bf-b081-ce9c9df31f9c
  • 79da5059-38c9-4cf7-a21c-a8bcc7985a98
  • 7c6ae401-6726-448c-aff0-e46f523d224b
  • b2cf9eef-edf2-4ffe-8c6c-7ae91a3271dc

Maupal, al secolo Mauro Pallotta, è un famoso artista romano, che attraverso un  percorso formativo che dal liceo Artistico romano Caravillani passa per l’Accademia Delle Belle Arti di Roma, è oggi uno tra i più famosi street artist italiani e tra i trenta street artist più influenti al mondo. La sua opera è caratterizzata da una naturale sensibilità, arricchita dalla propensione all’uso dell’ironia e della satira politica come veicoli di espressione artistica, che rendono le sue opere di una spiccata rilevanza sociale e umanitaria.  Dopo aver raggiunto il successo nel campo della Fine Art, con esposizioni personali a Roma, a Londra e a Miami, nel 2014 l’artista elegge a proprio ambito di interesse la strada e sposta il proprio focus creativo sulla Street Art, raggiungendo fama mondiale con l’opera street, il “Super Pope”. Gli studenti della classe 1 A del LICEO ARTISTICO  hanno avuto l’importante opportunità di lavorare con questo grande artista grazie al progetto “MaremmArt”: un’idea di Laura Romeo, madrina della onlus Operazione Cuore, che dal 2016 aiuta bimbi e ragazzi in difficoltà economica, sociale e con disabilità, unendo quindi l’arte alla solidarietà. Il progetto ha visto la realizzazione di un murale sulla parete esterna degli ex Bagnetti – un edificio polifunzionale che era parte integrante degli edifici a disposizione dei minatori delle miniere di Gavorrano - che raffigura la storia dei minatori, ed è stato sostenuto con il contributo della Fondazione Cr di Firenze, Banca Tema, Comune di Gavorrano, Proloco di Gavorrano e Operazione Cuore Onlus. Gli studenti del Liceo Artistico, accompagnati dalle docenti Tamara Fiorenzoni, Tiziana Santagata, Vania Voi hanno aiutato concretamente Maupal, producendo degli stencil, da cui poi sono state dipinte le sagome dei minatori sul muro dell’edificio. Oltre ad essere stata un’esperienza molto importante a livello formativo per gli studenti d’arte del primo anno del Liceo, è stato un momento di alto valore emotivo, perché è stata ricordata la loro compagna di classe Sofia Maria Virga, scomparsa prematuramente pochi mesi fa: la madre ha partecipato all’evento inaugurale apponendo la firma della bimba sul murales come segno di amore e ricordo da parte di tutta la comunità scolastica.

Il Liceo artstico in onda su TV9.  La pubblicazione del video sul nostro sito per gentile concessione di TV9 Telemaremma

b

LE SCULTURE DEL LICEO ARTISTICO IN MOSTRA PER VALORIZZARE LA ROCCA DI TALAMONE
L’inaugurazione il 21 maggio, resterà all’interno della Rocca durante l’estate
  • 1F4A28F1-A211-4DF3-B162-D04D6FE5AC3C
  • 47245526-815D-4424-8744-35DA16723F70
  • F756C909-D05A-4EA5-A250-DD0EE112387C
  • mare1
  • mare2
  • mare3
  • mare4
  • mare5
  • mare6
  • mare7
  • mare8
 
Insegnare ad essere "artisti" mettendo a disposizione le proprie capacità per valorizzare il territorio circostante è uno degli obiettivi più importanti del Liceo Artistico Bianciardi di Grosseto, che nel progettare i propri PCTO (Percorsi per le competenze) ha sempre un'attenzione particolare al paesaggio e all'ambiente maremmano. E' questo anche il caso del percorso che hanno svolto gli alunni di 5B ad indirizzo Arti Figurative collaborando con l’Associazione Archeologica Odysseus per la progettazione di opere scultoree per la riqualificazione dei giardini della Rocca Aldobrandesca di Talamone, sul tema “Mitologia Classica legata al Mare”: gli elaborati degli alunni e i bozzetti scultorei daranno origine ad una mostra dal titolo "il Mito ed il mare" dal giorno 21 maggio -alle ore 16- presso la stessa Rocca Aldobrandesca di Talamone. Un progetto ideato e guidato dai docenti di Scultura Matteo Maggio ed Alessia Sadotti, su proposta dell'Associazione Archeologica Odysseus, che ha visto la realizzazione di diverse opere scultoree in terracotta che andranno ad inserirsi nel contesto ambientale e architettonico della Rocca di Talamone a completamento del piano di riqualificazione dell’area. Il progetto architettonico prevederà, infatti, la riqualificazione del percorso di sentieri nel parco circostante, l'eventuale realizzazione di un anfiteatro sfruttando la naturale pendenza del terreno, e le statue degli studenti della 5B, che potranno abbellire e rendere suggestivo il parco. I ragazzi hanno lavorato sul progetto non solo nelle discipline di indirizzo Pittura e Scultura, ma anche - come prevede il PCTO - con altri docenti, con i quali hanno affrontato il tema della mitologia classica nella Storia dell'Arte, nella lingua inglese e anche nella riflessione filosofica antica e contemporanea. Una riflessione che li ha aiutati ed ispirati al mito classico e al mare, come elemento "mitico" per definizione, l’infinito cosmico dove si consuma la parabola del Fato. La progettazione vera e propria invece ha percorso diverse tappe: ricerca bibliografica e iconografica, analisi del contesto, schizzi preliminari, progetto definitivo e ambientazione, progetto esecutivo (disegni particolareggiati con resa dei materiali), creazione di bozzetti più piccoli e realizzazione delle statue alte circa un metro, che potranno essere scelte dai soggetti coinvolti nel progetto di restauro e valorizzazione della Rocca. La mostra "Il Mito ed il mare", che sarà inaugurato il giorno 21 maggio alle ore 16:00 presso la Rocca Aldobrandesca di Talamone, alla presenza delle Autorità ma anche di docenti e studenti del Liceo Artistico, resterà aperta per tutto il periodo estivo in concomitanza con la visita alla Rocca di Talamone, e permetterà di far conoscere le opere degli studenti alla cittadinanza e ai tantissimi turisti che frequentano le coste maremmane e dell'Argentario.

Torna su